We inform you that our online store uses cookies and does not save any personal data automatically, except for the information contained in the cookies. close

Il Miele in Piemonte. Una storia millenaria.

Il Miele in Piemonte. Una storia millenaria.

La parola Miele deriva da "milt" termine ittita. 

Per chi non lo sapesse è un alimento prodotto dalle api. Non tutti sanno, però che è prodotto anche da altri imenotteri ( ordine di insetti che contempla più di 120.000 specie).

Il miele viene prodotto dal nettare e dalla melata.

Il Nettare è una soluzione acquosa e zuccherina prodotta dai fiori delle piante mellifere.

La Melata è prodotta da vari omotteri (ordine di insetti emitteri) ed ha un gusto dolce simile allo zucchero. Il nettare è raccolto sui fiori di moltissime piante.

Il miele è usato dalle api quale alimento e in parte è trasformato in cera per costruire le celle esagonali dei Favi  nei quali vengono cresciute le larve e depositati il miele e il polline. Il favo è il raggruppamento delle celle esagonali. L'estrazione del miele avviene recidendo la copertura di ogni cella.

LA STORIA:

4.000 Anni fa gli Egizi erano usi deporre accanto alle mummie delle coppe colme di miele per favorire il viaggio nell'oltre tomba. Gli Egizi furono tra i primi a seguire la fioritura delle piante spostando le arnie. Ne fecero un uso non solo alimentare, ma anche medico, per la produzione di unguenti curativi e nell'imbalsamazione. 

I Sumeri, dal cui "melit" proviene il nome attuale, lo usavano a livello curativo ed estetico.

I Babilonesi lo usavano a scopo culinario. Nel "codice di Hammurabi" antichissimo codice di leggi scritte vi sono degli articoli che tutelano gli apicoltori dal furto di miele dalle arnie.

Per i Greci era il "cibo degli Dei". Si narra che Alessandro Magno appena deceduto sia stato immerso in un sarcofago colmo di miele. Veniva usato come offerta votiva  

Leave a Reply

All fields are required